Home Rassegna stampa
Rassegna stampa
MORTO OPERAIO AD AREZZO PDF Stampa E-mail
Domenica 07 Febbraio 2010 11:08

7 FEBBARIO 2010

MORTO OPERAIO AD AREZZO

 

Un altro incidente sul lavoro. Dopo aver perso il controllo di un attrezzo, finendo con tutto il peso su un gancio per sollevare materiali , che gli è penetrato profondamente nell'occhio , purtroppo  è morto  Luciano Tavarnesi, 48 anni, originario di Lucignano e residente ad Arezzo.

E' accaduto    ieri,  6 febbraio ,  all'inizio della giornata di lavoro.

I soccorsi sono stati immediati  da parte  dei compagni di lavoro che hanno chiamato un'ambulanza del 118 mentre, vista la gravità della situazione, si stava già alzando in volo l'elicottero Pegaso. Ma l'uomo era già morto. La vittima era il titolare di una ditta di carpenteria. Lascia la compagna e due figli.

L'Associazione AIVIL, con tutti i suoi soci, collaboratori, assistiti si unisce al dolore della famiglia.

La Regione Toscana , nella persona del Presidente del Consiglio Regionale , Riccardo Nencini ,  ha espresso anch'essa il proprio  sgomento   con parole e sentimenti che pienamente condividiamo.

Tuttavia,  nonostante la sensibilità e l'impegno civile di alcuni politici  in questa direzione,  la sicurezza sui luoghi di lavoro ancora non appare  come una questione centrale per le istituzioni  nè morale, nè di diritto alla salute e alla stessa vita.

 


Riportiamo qui di seguito le parole dll'Onorevole Riccardo Nencini   :

 "SGOMENTO E RABBIA" «Non si può che provare sincero sgomento e rabbia, e dolore, nell'apprendere che ancora una volta, in Toscana, un uomo ha perso la vita mentre lavorava. Il lavoro deve servire per vivere, non deve uccidere». Il presidente del Consiglio regionale, Riccardo Nencini, commenta così la notizia dell'incidente mortale sul lavoro accaduto questa mattina ad Arezzo, dove un operaio di 48 anni, Luciano Tavarnesi, ha perso la vita in un capannone industriale in cui si fanno attività di manutenzione per le attrezzature edili. «Alla famiglia vanno la vicinanza e le condoglianze mie personali e dell'intero Consiglio regionale», ha aggiunto Nencini. Che ha ribadito: «Con amarezza vedo la questione della sicurezza sui luoghi di lavoro è ancora dolorosamente aperta in Toscana e in Italia».


Ci sai fare

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Febbraio 2010 11:27
 
Ancora morti sul lavoro PDF Stampa E-mail
Lunedì 21 Dicembre 2009 09:54

Tre operai hanno perso la vita mentre lavoravano in un cantiere autostradale, nel Mugello.

A Barberino del Mugello sono morti Rosario Caruso, Gaetano Cervicato e Giovanni Mesiti, vittime dell'incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere sulla A1. La Procura indaga sulla dinamica dell'incidente. In particolare, i magistrati titolari dell'inchiesta si preparano a chiedere una perizia sul montaggio di uno dei perni di tenuta. "Dobbiamo appurare bene cosa e' accaduto anche prima del fatto - ha dichiarato il procuratore di Firenze, Giuseppe Quattrocchi - in particolare, abbiamo una dichiarazione in cui si parla di un perno, ma non e' chiaro se e' stato cambiato, montandone uno nuovo, o se ha subito un intervento di riparazione o di manutenzione". Quello che sembra certo e' che la struttura sul pilone da dove ieri pomeriggio sono caduti i tre lavoratori "era stata montata proprio nella giornata di ieri"..

 

Un operaio è caduto in un pozzo a Genova , nella discarica di Scarpino .

In Provincia di Perugia un operaio è morto travolto da un carro di servizio.

A sesto Fiorentino un operaio è morto e altri due sono rimasti feriti ,mentre lavoravano alla manutenzione della linea aerea ferroviaria.

La Presidente dell'AIVIL è stata intervistata in diretta da Radio Rosa di Firenze .

Nel suo intervento sottolinea come " il dominio della sfera funzionale del lavoro sia oramai chiaramente in conflitto con il principio di autoconservazione e di conservazione della vita.".

 
INCIDENTI LAVORO: PALERMO. OPERAIO CADE DA IMPALCATURA, FERITO PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Giugno 2008 00:00

PALERMO 23/06/2008 - Incidente sul lavoro stamane in un cantiere edile, in via Turrisi Colonna, a Palermo. Un giovane operaio e' rimasto ferito cadendo da un'impalcatura. Insieme ad altri colleghi stava smontando la struttura metallica, perche' i lavori di ristrutturazione di un edificio erano terminati. L'operaio e' stato immediatamente soccorso e trasportato all'ospedale Civico. I medici gli hanno riscontrato ferite in diverse parti del corpo, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Sull'episodio indaga la polizia.

 
INCIDENTE SUL LAVORO. Operaio cade dal cassone di un camion PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Giugno 2008 00:00

Sesto Fiorentino (Firenze), 23 giugno 2008 - Ancora un incidente sul lavoro. Questa volta, comunque, senza conseguenze mortali.  Un operaio di 51 anni, di Barberino del Mugello, ha riportato la sospetta frattura di una vertebra in un incidente sul lavoro avvenuto stamani in una discarica di smaltimento di rifiuti solidi nel comune di Sesto Fiorentino  della societa' 'Produrre Pulito S.p.A', con sede all'Osmannoro.

Leggi tutto...
 
Sei operai morti in Sicilia. Napolitano: "Basta stragi sul lavoro" PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Giugno 2008 00:00

Catania, 11 giugno 2008. - Nuova strage sul lavoro oggi a Mineo, in provincia di Catania. Sei operai sono morti per aver respirato le esalazioni tossiche sprigionate dal depuratore. Le vittime, quattro dipendenti del Comune - Salvatore Pulici, Giuseppe Zaccaria, Natale Sofia e Giuseppe Palermo - e due addetti di una ditta privata di Ragusa - Salvatore Tumino e Salvatore Smecca - stavano pulendo una vasca in un depuratore consortile dove venivano raccolte le acque reflue del paesino etneo a 35 chilometri dal capoluogo.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.123456789Succ.Fine»

Pagina 1 di 9
Copyright © 2021 Associazione AIVIL. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.