Tre morti sul lavoro, due in Veneto e uno in Puglia Stampa
Sabato 10 Maggio 2008 00:00

Bari, 10 maggio 2008 - Continua la strage sui luoghi di lavoro in Italia. Oggi il bollettino di 'guerra' registra altre tre le vittime di altrettanti infortuni, due in Veneto e una in Puglia.

 

A Monopoli (Bari) e' morto Giuseppe Cassano, 46 anni, dipendente a tempo determinato della societa' che gestisce la cava per l'estrazione della pietra in cui si e' verificato l'incidente. L'uomo, che lavorava saltuariamente alla manutenzione dei nastri trasportatori, ma faceva anche il marittimo e l'agricoltore, si trovava su una piattaforma montata su una roccia dalla quale e' caduto, per cause ancora in corso di accertamento, facendo un volo di una decina di metri. E' morto quasi sul colpo per le lesioni riportate.

In Veneto, invece, due persone sono morte in altrettanti incidenti in provincia di Vicenza.

La prima vittima e' un muratore di Cornedo Vicentino, Gaetano Reniero, 35 anni, che stava lavorando alla ristrutturazione della propria casa. Mentre stava completando una gettata di cemento, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, e' stato schiacciato da alcuni pannelli di metallo che servivano a contenere il materiale. L'uomo e' deceduto a causa di un trauma toracico.

A Montecchio Maggiore, sempre nel vicentino, ha perso la vita l'operaio di una ditta di verniciatura, Davide Muraro, 66 anni. L'uomo, dipendente della Famacs di Montorso (Vicenza), stava lavorando all'interno di un'altra azienda, la Svecom di Montecchio, che aveva appaltato alla prima la verniciatura di una piattaforma metallica. Mentre si trovava sopra ad una scala, Muraro ha perso all'improvviso l'equilibrio, cadendo a terra da circa due metri. L'operaio ha battuto il capo sul cemento, morendo all'istante.

Nell'agrigentino, infine, un agricoltore e' stato travolto dal trattore con cui stava arando un campo. E' stato soccorso e trasportato in ospedale, dove gli sono state riscontrate diverse fratture.

 
Joomla SEF URLs by Artio